Archivi tag: brandmeister

DMR: Nuovi TG “ZONALI” BM interconnessi ai mondi DSTAR e C4FM

Cari Amici e Colleghi,

Vi informo che da oggi la rete BrandMeister, si arricchisce di 10 nuovi TG multimodo, detti “ZONALI”. Questi ultimi, serviranno a interconnettere al sistema DMR, le reti: XLX DSTAR e YSF, Wires X C4FM. Le numerazioni riprendono le vecchie zone, dal 2220 per la zona 0, al 2229 per la zona 9.
Nel tempo ogni TG, sarà interconnesso alle relative zone delle reti sopracitate. Gli attuali regionali DMR, rimarranno attivi e puri, cioè solo DMR a differenza appunto dei nuovi “zonali”.

I TG Dedicati alle interconnessioni nazionali come il 22292 Dstar e 22298 YSF Italy e 22299 Room Italy Wires X, rimarranno invariati.

Ad inaugurare questa novità, il nuovo YSF Reflector, IT-I0-Lazio, id 03832 interconnesso al TG 2220 Zona 0 multimodo DMR e gestito dal sottoscritto per il 773 Radio Group.

Stiamo già lavorando alla interconnessione del modulo G Lazio della Rete XLX DStar, STAY TUNED!

Buoni Collegamenti

73 de IZ0RIN – Alex

MMDVM e Yaesu FTM100 o FT-7800: Hotspot multimodo (DMR,C4FM,DSTAR,P25)

Cari amici e colleghi radioamatori,

come ben sapete, amo la sperimentazione in tutti i campi radioamatoriali. Da qualche giorno, ho attivato un hotspot multimodo in zona Albano Laziale sulla frequenza 430.5375 (Ho attivato soltanto i protocolli DMR e C4FM. Per il DSTAR vi invito ad utilizzare RU12a di Pomezia IZ0RIN B – IZ0RIN G), utilizzando la ormai famosa MMDVM su Arduino e una radio FTM-100D della Yaesu.

Avendo con successo installato il Ponte DSTAR RU12a in quel di Pomezia, utilizzando un vecchio Motorola MC-Compact con una scheda Satoshi e utilizzando da quasi un anno una DV4Mini come hostspot casalingo, mi sono voluto dilettare nell’assemblaggio di un hot-spot multimodo a largo raggio da trasformare in futuro in un vero e proprio ponte radio.

Premessa:

A giugno scorso, ho acquistato un FTM-100D della Yaesu con tanto di interfaccia HRI-200 per accedere al mondo C4FM Wires-X della Yaesu ma, molto sinceramente, non ne sono rimasto soddisfatto perché il software WIRES-X gira soltanto sotto windows costringendo a tenere accesso un PC solo per quello.
Dal momento che questa radio ha una splendida porta dati con presa Mini-DIN a 10 pin, mi sono detto: perché non acquistare una MMDVM e una Raspberry per mettere in piedi un hot-spot multimodo ad ampio raggio per utilizzare i miei tre portatili in tutta comodità?

Occorrente:

1 scheda arduino due

1 MMDVM Zum o similare

1 TCXO per Arduino da 12 Mhz

1 Raspberry PI2 o superiore con scheda 16Gb

1 Radio FTM-100D o FT-7800

1 Connessione Internet

1  Connettore MiniDin a 10 Pin (difficile da trovare) – Se usate l’FTM100-DE

1 Connettore MiniDIn a 6 Pin – Se usate L’FT-7800

Utilità:

Una volta assemblato e configurato il tutto, avrete la possibilità di utilizzare una qualsiasi radio con tecnologia digitale (DMR, C4FM, DSTAR, P25) utilizzando la cara FTM-100 o l’FT-7800, equipaggiata con MMDVM su Arduino due, come accesso alle varie reti.

Per il DMR potrete accedere senza alcun tipo di autorizzazione e senza software aggiuntivi, al mondo BRANDMEISTER.

Per il DSTAR dovrete utilizzare il software IRCDDBGATEWAY e registrarvi sulla rete Quadnet dal momento che IRCDDB accetta solo nominativi di ponti radio. Spero che in futuro si adeguino anche loro…

Per il C4FM dovrete utilizzare YSFClient che vi permette di accedere alla rete C4FM YSF ma non a quella YAESU che al momento è aperta solo ai sistemi WIRES-X. Esiste, in ogni caso, una stanza sulla rete YSF la YSF2221 che può essere interfacciata alla ROOM Italy del WIRES-X ma ad oggi (07/12/2016) non funziona più. Potete comunque utilizzare le altre stanze e la FUSION-ITALY .

Per il P25 dovrete utilizzare il P25Client.

(i software menzionati sono disponibili in rete tramite ricerca su google. Si trovano comunque su GITHUB. Trovate ottime guide anche sul sito del GRUPPO DSTAR FIRENZE).

Il PinOut fra MMDVM ZUM e la FTM-100D è il seguente:
DIN6=PIN1 MMDVM (Filo ROSSO), DIN4=2(FILO BLU), DIN2=3(FILO VERDE), DIN1=5(FILO BIANCO), DIN3=6(FILO NERO). IL FILO GIALLO (4) della MMDVM può essere lasciato scollegato.

N.B.:
1. Questo schema va bene solo per la MMDVM versione 1.0 ZUM. Il colore dei fili potrebbe variare.

2. Per fare tutto ciò, bisogna masticare un minimo di tecnica e di informatica e in particolare di sistemi Linux ma se ci sono riuscito io, con tanta pazienza e volontà, potete farlo tutti.

3. Le uscite della MMDVM ZUM, vanno tarate, io l’ho fatto a mano (sono stato fortunato) aggiustando soltanto il trimmer della trasmissione, alzando, così, il livello dell’audio digitale altrimenti le radio non riuscivano a decodificare il segnale. Si può usare l’ottimo MMDVM Calibration e un pò di pazienza per raffinare la taratura. (Consigliato oscilloscopio o similare)

P.S. Il Software MMDVM-HOST (Da non confondere con il firmware MMDVM che va caricato su ARDUINODUE) funziona anche con la DV-MEGA  che non va bene per un ponte radio ma soltanto per realizzare un HOT-SPOT Casalingo a corto raggio.

Per iniziare:

Scaricate questa ottima guida del collega IK1WHN che vi spiega come configurare la vostra scheda arduino con la MMDVM.

Se masticate un pò l’inglese, iscrivetevi al  gruppo principale del sistema MMDVM :
https://groups.yahoo.com/neo/groups/mmdvm/conversations/messages

Da qui potete scaricare i sorgenti MMDVM tramite il Repository GITHUB :
https://github.com/g4klx

Per l’installazione dell’YSFClient potete seguire questa ottima guida in lingua tedesca: https://www.ysfreflector.de/Nutzung/Installation%20YSFGateway.html

Qui trovate la lista di radio testate e quindi compatibili con il sistema:
https://bm.pd0zry.nl/index.php/Homebrew_Repeaters

Un particolare ringraziamento a tutto il GRUPPO BrandMeister in Telegram e all’amico Giorgio IK1YPD per la pazienza e il supporto!

P.S.

Attenzione alla porta dati del FTM-100DE perché è molto delicata e si può bruciare così come è accaduto a me. Ho duvuto far riparare la radio e sostituirla, nel periodo, con un FT-7800 che funziona egregiamente.

73 e buona sperimentazione

de IZ0RIN – Alex

Aggiornamento del 07/12/2016

Il nodo è tornato operativo.

BrandMeister VS DmrMarc/DMR+: la guerra continua!

Con comunicato sul sito ufficiale del BrandMeister italiano, indirizzato a tutti gli utenti DMR che accedono tramite ponti collegati al network BM o tramite DV4MINI è stato annunciato – in parole povere – che, da oggi si ritorna definitivamente al passato con  Reti Diverse e TG diversi e non più condivisi.

Più semplicemente, oggi, in Italia, esistono due reti la DMRMARC/DMR+ e la BrainMeister che attestano il canale Italia sul TG222, la zona 0 sul TG2220, la zona 1 sul TG2221, la zona 2 sul TG2222, e così via… ma non si parlano più fra loro.

Per far parlare i due mondi e far collegare le DV4MINI, si erano creati dei reflector che attestavano il canale Italia sul TG4250, la zona 0 sul TG4260, la zona 1 sul TG4251, la zona 2 sul TG4252, e così via…

Dallo scorso anno, (quando esistevano anche altre reti e divisioni), le reti erano state unificate e quindi, chi utilizzata da una qualsiasi delle due reti il TG Italia 222 parlava tranquillamente con tutti i ponti collegati a prescindere se DMR+ o BM, in maniera trasparente grazie al reflector TG4250 Italia e quelli regionali (4260,51,52..).

Non essendoci più questa unificazione, per problemi da me spiegati in questo mio articolo precedente, da adesso, per le chiavette DV4MINI, la situazione si complica: bisogna scaricare il nuovo software che gestisce IPSEC per collegarsi alle rete DMRMARC/DMR+ e utilizzare il vecchio software, per collegarsi ai server della rete BrainMeister (verificando la connessione ai server della suddetta rete) ma non più chiamando i TG4250 e regionali in maniera diretta ma a quanto pare utilizzando la modalità XTG chiamando i TG222, 2221, 2222, etc. della rete BM.

Trovate info a riguardo su questo mio articolo.

Ecco il comunicato presente sul sito DigitalHAM:

Si informano tutti gli utenti del nostro network BrandMeister che è stato eliminato il mirroring dei reflector italiani verso i TG corrispondenti

4250 Italia -> TG222

4251 Zona 1 -> TG2221

4252 Zona 2 -> TG2222

………

4260 Zona 0 -> TG2220

 

Utilizzatori di DV4Mini

Per tutti coloro che utilizzano questo tipo di hotspot, si sollecita l’utilizzo dell’ Extended Routing (XTG) per connettersi direttamente ai Talkgroup e non più i reflector di cui sopra.

fonte: Stop Mirroring Reflector

Buon DMR (speriamo) a tutti

73 de IZ0RIN – ALEX

DV4MINI – DMR, TG EXTRA e Radio DMR: Problemi di ascolto!

Cari Colleghi,

Come ben sapete, per utilizzare la radio DMR con la DV4MINI, dovete generalmente programmarla su: Slot 2, Color Code 1, TG9.

Con queste impostazioni, però, non riuscirete ad ascoltare in radio i TG EXTRA BRANDMEISTER ma non temete,  la soluzione è semplice:

Dovete aggiungere, nella RX Group List, ogni reflector EXTRA che volete ascoltare altrimenti vedrete il traffico sulla DV4MINI ma non ascolterete nulla. Questo accade perché mentre i TG Mondiali, Europei, Nazionali e Regionali transitano regolarmente anche con impostazione TG9, i TG EXTRA che lavorano in routing, tipo TG8500 o 8505 o 2229192, transitano portandosi dietro il loro identificativo e quindi la radio non ve li fa ascoltare… per questo motivo dovete aggiungerli nella group list TG9.

Questo problema è stato riscontrato su Tytera MD380 e Retevis RT3 ma credo che sia presente anche su gli altri apparati.

73 de IZ0RIN – Alex

DV4MINI: Nuovo Firmware 1.65 (22 maggio 2016)

Cari Colleghi,

la DV4MINI, si aggiorna alla versione firmware 1.65
Data Software: maggio, 22 2016

La nuova versione implementa:

1. una migliore tolleranza RX DMR (più facile impostare la frequenza offset ). Attenzione: la correzione DMR-QRG deve essere impostata su +300 Hz o superiore altrimenti non funziona bene. Si prega di effettuare una nuova regolazione.
(io con la Tytera MD380 ho settato +400hz)

2. supporto completo della nuova Dongle DV4mini versione VHF 2m (disponibile a fine giugno)

3. accesso ai timeslot 1 DMR+ (prima collegare sempre un normale reflector TS-2, quindi passare al TS-1)

4. Scanner DMR (scansione di un elenco di 10 reflector per qso attivi)

5. supporta le nuove schede ARM a 64 bit (attualmente testato su ODROID-C2). Per raspberry 3B utilizzare la versione a 32 bit, dal momento che la RPI3B gestisce un sistema operativo a 32-bit.

Per aggiornare il firmware, aprire il software originale della DV4MINI, andare nella sezione “FW Update” cliccare su Flash Firmware e dare in pasto il file del nuovo FW, poi premere Flash Firmware e attendere.

73 de IZ0RIN

da questo link potete scaricare firmware e nuovo software di gestione

http://dv4m.ham-dmr.ch/Testversionen_1.65/

“DV4mobile” Wireless Holdings – Il Santo GRAAL delle RADIO! Disponibile da ottobre 2016.

Si chiama “DV4Mobile”, conosciuta anche come “NEW-RADIO”.

Si tratta di un apparato tri-banda (2m, 1.25m e 70 centimetri), multi-modo che opera con i principali sistemi digitali DSTAR, DMR, C4FM (FUSION). Ha anche la possibilità di connettersi alla Grande Rete via LTE, WIFI o Lan.

Il prezzo si aggirerà intorno ai 1000$ USA è sarà in distribuzione presumibilmente da Ottobre 2016.

L’apparato è stato presentato, il 21 maggio scorso, negli U.S.A. al Dayton Hamvention ed è stato realizzato dalla Holdings Wireless, produttore della scheda digitale DV4mini.

ZDV-DV4MOBILE-0001-1-1[1]Per ricapitolare, la radio opera sui 2m (144-148 MHz), 1,25 m (222-225 MHz) e 70 centimetri – bande (430 450 MHz) e supporterà inizialmente: DMR, D-STAR e C4FM (Fusion System). In seconda battuta, con i primi aggiornamenti, nel 2017, verranno implementati il P25, il dPMR, l’NXDN e il NEXEDGE. Poiché la radio è essenzialmente un Software Defined Radio (SDR), può facilmente essere programmato per supportare eventuali nuove modalità vocali digitali che i radioamatori potrebbero voler utilizzare in futuro.

L’idea di creare un multi-banda e multi-modo digitale,maxresdefault[1] è stato inizialmente concepita da Kurt, OE1KBC e Torsten, DG1HT nei primi mesi del 2015 e i primi prototipi della radio sono stati realizzati nel marzo 2016.

Sia Kurt, che è l’amministratore per il DMR + in Austria e Torsen, che è professore di assistenza nel campo della Intelligenza artificiale presso l’Università di Amburgo, in Germania, hanno collaborato al progetto iniziale della radio, conosciuto prima come “New Radio” e ribattezzato poi “DV4Mobile” dalla Wireless Holdings, che ha preso l’impegno di fabbricarla.

La DV4Mobile, rappresenta un grande passo per tutta la comunità radioamatoriale che potrà utilizzare il digitale con un solo apparecchio e in totale  indipendenza anche senza l’utilizzo di ponti radio.

Tra le molte caratteristiche impressionanti, infatti, la DV4mobile, si distingue per l’utilizzo della rete cellulare LTE, ribattezzata come “DV4LTE”, che consentirà di operare come un cellulare collegandosi in qualsiasi parte del mondo utilizzando la rete LTE globale e grazie all’utilizzo di internet in portabilità, avrà la possibilità di scaricare le informazioni ripetitore per DMR e DMR + e dei ripetitori in tutto il mondo basandosi sulla posizione GPS. Avrà, inoltre, la capacità di programmazione remota tramite una interfaccia web e dalla stessa la possibilità di effettuare aggiornamenti firmware e software. La radio potrà utilizzare internet anche tramite connessione WIFI o LAN e Bluetooth. Potrà inviare  e ricevere SMS, messaggi Facebook e Twitter. Potrà utilizzare Echolink in modalità FM.

Sembra anche (Ma credo soltanto per il mercato tedesco – N.d.R.) che con l’acquisto della radio, gli utenti avranno, per un anno, incluso nel prezzo, il servizio DV4LTE utilizzando una carta Sim virtuale già inserita nella radio che si appoggerà al gestore T-Mobile.

Il Wireless Holdings team mostra il DV4mobile al Dayton Hamvention 2016. Partendo da sinistra, Uli Altvader, AG0X, Presidente della Wireless Holdings, Torsten Schultze, DG1HT, Ingegnere capo e sviluppatore Wireless Holdings e Kurt Baumann, OE1KBC
Il Wireless Holdings team mostra il DV4mobile al Dayton Hamvention 2016. Partendo da sinistra, Uli Altvader, AG0X, Presidente della Wireless Holdings, Torsten Schultze, DG1HT, Ingegnere capo e sviluppatore Wireless Holdings e Kurt Baumann, OE1KBC

La DV4mobile è equipaggiata con CPU 1800 MHz, 16 GB di memoria ed è basata su una versione mobile di Linux.

Nel Pacchetto inclusi:

  • Microfono DTMF
  • staffa di montaggio mobile
  • Cavo di alimentazione 13.8V DC
    cavi USB ed Ethernet
  • Adattatore  HDMI, USB e seriale DB-9.

Per tutti coloro che vogliono montare il DV4mobile nel loro veicolo, è importante notare che la radio non dispone di un display frontale rimovibile come è standard per molte radio digitali più recenti. Gli utenti possono comunque installare la radio nel portabagagli o sotto il sedile del loro veicolo controllandola a distanza via Bluetooth, tramite uno smartphone iPhone o un Android.

73 de IZ0RIN – ALEX

fonte:

2016 Dayton Hamvention DMR radio roundup

Ascolta il DMR sul tuo smartphone Android! DMR BrandMeister Tool.

Finalmente, dopo la possibilità di ascoltare il DMR sul WEB, ora è possibile farlo con il tuo smartphone Android.
L’applicazione DMR BrandMeister Tool, oltre ad offrire la possibilità di ascolto, offre l’opportunità ai possessori di DV4MINI di utilizzare in maniera semplice ed efficace la funzionalità Extended Routing. Scarica l’app per il tuo android da https://play.google.com/store/apps/details?id=network.bm.monitor.bmclient

Buon Ascolto

P.S.

Il Collega Andrea IZ0XBM mi segnala che su Android 4.4 l’app potrebbe non funzionare. Io, utilizzo un Samsung S5 con Android 5.0 e ogni tanto va in crash.
Per ascoltare evitando il crash dell’app: Aprire l’applicazione e aspettare che la linea “updating records” arrivi al 100%, poi passare su “Hose Line”, e se è la prima volta che si accede, accettare le varie condizioni. Una volta che le stazioni appaiono in lista, cliccare su quella di interesse e ascoltare.

73 de IZ0RIN

Ascolta il traffico DMR dal Web e senza radio!

Non tutti sanno che da qualche tempo, è possibile ascoltare il traffico DMR di tutti i talk group, direttamente dal Web e senza radio.

Come fare?

Basta cliccare su questo link e ti troverai sul TG222 Nazionale Italia ma potrai scegliere il TG di tuo interesse:

http://hose.brandmeister.network/222/

Vi ricordo che i TG Brainmeister in Italia si dividono in:

Regional grouping – TimeSlot 2 – Linked ALL network Italian cbridge (DMR-CISARNET – DMR-ITALIA – DMR-TAA – IT-DMR)

  • 2220 Zona 0 – Lazio, Umbria, Sardegna
  • 2221 Zona 1 – Liguria, Piemonte, Valle D’Aosta
  • 2222 Zona 2 – Lombardia
  • 2223 Zona 3 – Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Veneto
  • 2224 Zona 4 – Emilia Romagna
  • 2225 Zona 5 – Toscana
  • 2226 Zona 6 – Abruzzo, Marche
  • 2227 Zona 7 – Puglia
  • 2228 Zona 8 – Calabria, Campania, Molise
  • 2229 Zona 9 – Sicilia

Cross-link to D-STAR

  • 8500 – Xreflector XRF390 A
  • 8505 – Xreflector XRF077 D
  • 8506 – Xreflector XRF055 C
  • 8507 – Xreflector XRF036 B
  • 8510 – Xreflector XRF003 D
  • 8515 – Xreflector  XRF077 A

OTHER

  • 8511 – Cross-link to EchoLink DISABLED!
  • 9990 – Echo (Parrot). Max duration is 90 sec.

Reflectors

Reflectors used only for backward compatability with DV4mini dongle.

  • 4250 is Mapped to TG222 on TS1 – Main National Italia
  • 4251 is Mapped to TG2221 on TS2 – Zone 1 – Regional Italy
  • 4252 is Mapped to TG2222 on TS2 – Zone 2 – Regional Italy
  • 4253 is Mapped to TG2223 on TS2 – Zone 3 – Regional Italy
  • 4254 is Mapped to TG2224 on TS2 – Zone 4 – Regional Italy
  • 4255 is Mapped to TG2225 on TS2 – Zone 5 – Regional Italy
  • 4256 is Mapped to TG2226 on TS2 – Zone 6 – Regional Italy
  • 4257 is Mapped to TG2227 on TS2 – Zone 7 – Regional Italy
  • 4258 is Mapped to TG2228 on TS2 – Zone 8 – Regional Italy
  • 4259 is Mapped to TG2229 on TS2 – Zone 9 – Regional Italy
  • 4260 is Mapped to TG2220 on TS2 – Zone 0 – Regional Italy

Applications

  • 9990 – Parrot Echotest (Chiamata Privata)
  • 5057 – ARS/RRS/GPS

Buon Ascolto

73 de IZ0RIN

 

 

DMR E DV4MINI – CONSIGLI E PROBLEMI RISCONTRATI E COLLEGAMENTO AI REFLECTOR NON IN LISTA TIPO 8500 o 8505 (DMR-DSTAR)

Cari Colleghi,

Sto facendo da qualche giorno prove con la DV4MINI su DMR e ho qualche consiglio da darvi e qualche problema da sottolineare.

Riguardo i consigli:

Per evitare micro-interruzioni durante i QSO:

  • A seconda della radio utilizzata, impostate la DV4MINI nella sezione “Expert Settings, QRG-CORRECTION” fra -300 e +300. Ho notato da alcune prove effettuate anche con il collega IZ0ZTL che andando oltre, la modulazione peggiora moltissimo almeno con Radio di marca tipo Motorola e Hytera. Provate settaggi fra -400 e +400 o oltre con le radio cinesi tipo TYTERA che interferiscono parecchio con la chiavetta e allontanatevi il più possibile dalla DV4MINI.
    In ogni caso, mentre modulate, controllate che lo s-meter che appare sotto la scritta QRG-CORRECTION, rimanga sempre sul verde/giallo e non vada mai sul rosso.
  • Per diminuire le “micro-interruzioni” che vengono riscontrate dai colleghi che ci ricevono sui ripetitori, impostate, nella sezione “Expert Settings, Transmit Buffer Size”, il valore a 1.5.

Per collegare i reflector non in lista tipo il TG8500 o il TG8505 che creano un ponte fra il mondo DSTAR e DMR rispettivamente sugli XRF003A (XRF773B) e XRF077D (XRF773D-XRF014D):

Collegate dalla DV4MINI il TG4999 poi andate sul sito:

http://brandmeister.network/index.php?page=erouting

o

http://www.digitalham.it/dashboard/#panel-Dv4Mini

Troverete il vostro ID-DMR già impostato, nella finistra apposita, digitate al posto dello 0 il numero del TG che vi interessa e dopo qualche secondo sarete collegati. Ricordatevi poi, una volta finito, di riportare il tutto al TG0.

Per vedere chi transita sui sistemi DMR:

http://www.digitalham.it/dashboard/#panel-LH-ITA

Per la DV4MINI, esiste un software alternativo a quello originale più funzionale, carino e completo si chiama DV4MF2. Potete scaricarlo da qui: 

http://www.dl2mf.de/blog/?author=2

Riguardo i problemi:

  • Spesso accade che qualche collega che parla su altri sistemi che non siano allocati su Brandmaster, non ascolti chi passa dalla DV4MINI e viceversa.
  • A volte accade che non si riceva più nessuno sul sistema o che non ci ricevano.
  • Una connessione ad internet di bassa qualità non ci permette di transitare regolarmente, controllate sempre che l’icona “Internet Data Quality” presente sulla Dashboard della chiavetta sia sempre verde.

 

Un ottimo documento esplicativo è stato realizzato dal collega FRANCO – HB9OAB e potete scaricarlo da qui:

http://hb9oab.no-ip.org/dv4mini/CONNESSIONE%20A%20DMR%20BM2221.pdf

Buoni QSO, 73 de IZ0RIN ALEX

DV4MINI – DSTAR – DMR BRANDMEISTER / PLUS – Considerazioni e prove sul campo.

Cari colleghi, Babbo Natale, mi ha fatto trovare sotto l’albero la tanto attesa e declamata DV4MINI. Per chi non la conoscesse, è un dispositivo usb che associato ad un software proprietario, sviluppato da radioamatori tedeschi, si trasforma in un vero e proprio ponte radio DSTAR (solo in questa modalità si possono inserire frequenza di RX e TX separate) o hotspot DMR e C4FM oltre che PDMR e P25. Con l’aggiornamento in beta test del 15 dicembre scorso, la chiavetta supporta finalmente e senza modifiche tutti i reflector e xreflector dstar (compresi i miei XRF773 e XRF014), tutti i TG DMR sia del mondo DMR PLUS sia del DMR BRANDMEISTER. Ovviamente pieno accesso anche al mondo Fusion C4FM.

image

Ho testato questa splendida invenzione abbinata ad una mini antenna uhf comprata insieme ad essa e collegata ad un portatile UMPC Acer Aspire ONE. Le impressioni sono state subito ottime. Posizionata al secondo piano di una villetta sono riuscito ad agganciare la DV4MINI nel raggio ci circa 800 metri e considerando i suoi 12 mw mi sembra veramente ottimo. Ho utilizzato i miei portatili ID31 Icom per il DSTAR e il PD365 Hytera per il DMR ricevendo ottimi riscontri di ascolto da parte degli interlocutori. Ho effettuato il test dal Belgio e devo dire che era come trovarsi in Italia. Al momento ho riscontrato che quando si parla in DMR si appare sui “last heard” in rete solo se si accede dal mondo DMR PLUS. Nessun problema invece per la parte DSTAR.

Ho configurato il mio ID31 con le frequenze di ricezione e trasmissione scelte mettendo il mio nominativo seguito da B sul rpt1 e da G su rpt2. In questa modalità ho parlato con molti colleghi e spesso sono apparse sui loro apparati anche le mie coordinate GPS.

Ho configurato il mio PD365 sulla frequenza identica per ricezione e trasmissione, su slot 2, tgcolor 1, TG9 ed ho parlato sui vari TG locali e nazionali italiani senza problemi.

image

Non essendo al momento possessore di radio C4FM, PDMR e P25, non ho potuto testare queste modalità.

Ho acquistato la chiavetta facendomela spedire in Belgio e trovando l’elenco rivenditori su questo sito: http://www.helitron.de/shop/product_info.php?language=en&products_id=81 il costo totale circa 145 euro.

Buon QSO a tutti in analogico e digitale!

73 e Buon Anno 2016

de IZ0RIN – ALEX