IL MIO SECONDO RECUPERO IN BELGIO: OZONO SONDA V3742138

Salve a tutti, da pochi giorni mi trovo di nuovo in Belgio e a distanza di un mese dal mio primo recupero di una RS41 inglese atterrata nel paese delle patate fritte, della birra e della cioccolata, sono orgoglioso di raccontarvi il mio secondo recupero ma questa volta di una ozono sonda partita da UCCLE nei pressi di Bruxelles il 31 gennaio 2024 alle ore 12 ed atterrata intorno alle 14.30 dello stesso giorno a circa 90 km dal sito di lancio in direzione SUD-EST nei pressi di Rochefort.

Sono tornato in Belgio a distanza di un mese per motivi personali e la sera del 31 gennaio, mentre consultavo il sito SONDEHUB parlando con i miei amici Luca (CHICO) e Hugo (FORMIDABLE), al quale ho passato la mia passione per il recupero di radiosonde, mi sono accorto che a circa 90 km di distanza da Charleroi (dove alloggio), giaceva una ozono sonda (V3742138) ancora non recuperata. Immediatamente abbiamo organizzato il recupero arrivando sul posto, nei pressi di Rochefort, verso le 22.

La sonda non trasmetteva, l’ultima posizione la vedeva sopra un’area boschiva ma con l’aiuto del collega Pietro IT9EWK del P.I.R.S. Sicilia che collegato via Zello sul canale del PIRS, ci ha calcolato la posizione di atterraggio, ci siamo avventurati nel bosco: Buio pesto, torce accese ad illuminare un sentiero in discesa, freddo e timore di incontrare animali pericolosi come lupi o cinghiali non ci hanno fermato.

Cento metri, duecento metri, trecento metri verso la presunta posizione, la voce rassicurante di Pietro che via Zello ci da indicazioni… improvvisamente fra gli arbusti sei occhi accesi ci fissano, adrenalina alle stelle, tre bellissimi cervi con palchi enormi sulla testa ci guardano e scappano, quattrocento metri, cinquecento metri, seicento metri ed ecco che HUGO urla: “Je vois quelque chose de blanc dans les arbustes” ovvero: “Vedo qualcosa di bianco fra gli arbusti“, era lei, la meravigliosa ozono sonda belga, con il motore ancora acceso ma con la RS41 spenta. Subito ci siamo fatti strada fra i rovi e l’abbiamo raggiunta. Urla di gioia, recupero purtroppo senza pallone e paracadute e immediatamente in marcia verso la nostra auto lasciata a bordo strada.

Il nostro viaggio di circa 180 km totali, è stato ricompensato dallo splendido ritrovamento e dalla tanta adrenalina dettata dalla passeggiata nel bosco, di notte e con il buio pesto per effettuare un recupero eccezionale!

73 de ALEX ON/IZ0RIN

HUGO FORMIDABLE E LUCA CHICO (NUOVI CACCIATORI BELGI)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.