La mia storia

Mi chiamo Alessandro (Alex) Achille e fin da adolescente ho sempre amato il mondo della radio.
Ho scoperto questa passione all’età di 14 anni, grazie ad un apparato CB: un mitico Midland degli anni ’70, regalatomi da mio zio Maurizio, convinto da mia nonna Elena.

I PRIMI APPROCCI CON LA CB:

Correva l’anno 1988, in casa non c’erano molti soldi soprattutto per un hobby come quello della Citizen Band, avevo perso mio padre da un anno e mia madre, con un solo stipendio, pur riuscendo a non far mancare nulla a me e a mia sorella Irene, faticava per arrivare a fine mese .
Era dicembre, nei giorni precedenti al natale, avevo appena ricevuto il primo baracchino della mia vita ma ero triste perché non avevo il denaro sufficiente per poter acquistare anche gli accessori necessari al suo funzionamento. Ero in casa con la febbre addosso e guardavo questo oggetto misterioso cercando di capire cosa potermi inventare… Laura, mia madre, anticipando di qualche giorno il Natale, mi regalò – con fatica – 30 mila lire per iniziare la mia avventura… Feci i salti di gioia e pur febricidante,  non esitai ad uscire di corsa, coprendomi bene, per correre con il mio motorino (un SI rosso) in un negozio dietro alla stazione Termini di Roma per acquistare l’antenna e il cavo per poter iniziare a modulare.

Acquistai una boomerang che il negoziante mi convinse a comprare spacciandola per una delle migliori antenne in commercio.

Tornai a casa di corsa e installai frettolosamente questa super antenna nel terrazzino interno alla mia abitazione, un’ubicazione davvero molto infelice ma così iniziò la mia avventura… ero on-air con una boomerang installata nel terrazzino interno della mia casa al primo piano nella zona del Rione MONTI nel centro di Roma.

“Break, Break, Break sul canale…” circa due ore di chiamate e nessuna risposta… l’antenna era poco sensibile e inoltre l’avevo installata in un luogo non certo idoneo… ah dimenticavo, avevo anche il ROS a 3 che avventura! “Break, Break sul canale… Alessandro Centauro da Santa Maria Maggiore, fa chiamata… Break…” erano ormai le 9 di sera, avevo perso le speranze, quando improvvisamente una voce distinta e dal tono amichevole rispose: “Avanti il Break che arriva Pio, Pio… (lo fa il pulcino quando piange e spesso si fa fatica a sentirlo, usato in gergo cb per dire che qualcuno arriva bassissimo) qui è Mario Califfo da Tastevere, in QSO con Paolo Koala dal Centro di Roma e di Giampiero Guardiano da Piazza San Cosimato!”…

Che gioia, ce l’avevo fatta! Ero riusciuto ad effettuare il primo collegamento radio della mia vita… che emozione!

Grazie a Mario Califfo e ai suoi amici, scoprii subito quanto la maggior parte dei frequentatori della Banda Cittadina degli anni ’80/’90 fossero solidali, dopo nemmeno una settimana da quel collegamento, Paolo e Giampiero mi vennero a trovare a casa, portandomi in regalo un dipolo da loro costruito e installandolo a perfezione sul terrazzo condominiale; finalmente il mondo mi avrebbe ascoltato.

Da quel giorno, non smisi più di parlare e di evolvermi come CB. Conobbi tante persone, la radio, per me, rappresentava anche un mezzo per aprirmi agli altri, offrendo, ad un ragazzo di 14 anni, un’opportunità unica di dialogo con persone di tutte le età. All’epoca, non esistevavo cellulari, social-network, chat o altro, c’era solo l’etere.

Nella banda cittadina, esisteva un canale adibito alle chiamate di emergenza, il famoso CH9. Mi piaceva la solidarietà che esisteva fra “baracchinari” ed ero affascinato dal modo in cui i CB, aiutavano le altre persone. Per questo motivo, mi iscrissi subito alla Protezione Civile, passione che ancora oggi porto avanti con dedizione. Iniziai nel 1989 iscrivendomi al C.V.R.S (VC015 poi VM900) e nel1993 all’ N.V.E. Nucleo Volontario Emergenza Protezione Civile capitanata dall’amico che considero quasi un padre, Giacomo Guidi.

Che Grande mezzo, la radio! Grazie ad essa, vinsi la mia timidezza ed iniziai ad avere i primi flirts con alcune CB… ricordo ancora Germana da Monte Verde, una storiella davvero tenera e poi dopo qualche anno Michaela da viale Marconi, con la quale ebbi una storia importante, durata 2 anni e mezzo. Che tempi, gli incontri in verticale (di persona), le uscite pomeridiane, il punto di ritrovo del giovedì a piazzale della radio davanti alla gelateria Ping Pong, i numeri di telefono dati in frequenza, saltando da un canale all’altro ed utilizzando i più svariati calcoli matematici, il TVI (disturbo sulla televisione) ai vicini, le interminabili conversazioni notturne con la “gringhella” (ragazza) sui canali negativi o sugli alfa e le amicizie fraterne… tutti ricordi indimenticabili.

A proposito di Amicizia (scritta con la A maiuscola,), la CB, mi regalò anche diverse amicizie ma tre sono state e sono ancora oggi le più importanti: Marco Diabolik (Oggi noto odontoiatra della Capitale, dal quale acquistai una Ground Plane al prezzo di 18.000 lire… ti ricordi Marcolino ;-)), Maurizio Ghepardo e Monica Occhipinti.

Con loro, Dal 1989, non ci siamo mai persi!

DA CB A RADIOAMATORE, PASSAGGIO OBBLIGATO:

Dopo qualche anno, appena maggiorenne, provai a presentarmi all’esame di radioamatore, era un vero esame di Stato all’epoca con tanto di disegni su carta millimetrata… non avevo studiato molto e così non riuscii a superarlo! Che delusione… 🙁

Intanto, cercavo di imparare dal mio amico Giovanni De Laurentiis che aveva ottenuto la patente speciale solo VHF, qualcosa di questo mondo fatto di professionisti della radio ma preso dagli obblighi del militare e successivamente dagli obblighi di vita, non riuscii mai ad impegnarmi nell’impresa di acquisire la tanto agognata patente di stazione di radioamatore, fino a quando, nel 2008, spinto dall’amico Claudio, decisi di studiare e di presentare domanda per gli esami ministeriali che passai brillantemente nel Giugno del 2009. Fu così che nell’Agosto dello stesso anno, acquisii il nominativo di stazione IZ0RIN.

Altre grandi emozioni con i primi QSO effettuati con il nuovo apparato ICOM IDE880, subito incontrai nuovi amici e grazie a Giuseppe I0TVL, che mi accolse con grande cordialità, entrai a far parte della grande famiglia dell’R5 di Roma, trasferitasi poi sull’R10 Wide della AOT.

Due anni dopo, l’ICOM IDE880 fu sostituito da un ICOM2820 acquistato insieme ad un ICE92 poi a sua volta sostituito dal ID51 e ad un FT857 Yaesu per i primi approcci con le HF. Poi sono arrivati l’ICOM 7100, il 5100, ft817, l’ID31, MD786G (DMR), si sperimenta in continuazione e la radio non stupisce mai…

Nel 2011, grazie al mio lavoro, ho conosciuto la figlia della centenaria ancora in vita (2012), I0HY che mi onorò regalandomi il suo Kenwood Trio TS-515 (apparato 0-30mhz della fine degli anni ’70) che immediatamente feci rigenerare dal celebre Marco di Latina, per utilizzarlo e per donare, un tocco di “Vintage” alla mia stazione.

Apparato Kenwood TS515Apparato Kenwood Trio TS-515

Apparato Kenwod TS440ST
Nel 2012, durante un controllo anticendio allo “Zodiaco” a Monte Mario, fui avvicinato da un signore che complimentandosi con me e con gli altri colleghi della Protezione Civile, per il nostro operato e chiedendomi chi di noi si occupasse di radio, si è offrì di regalarmi un apparato HF Kenwood TS440ST. Dopo pochi giorni, Mauro, mi donò il gioiello HF degli anni ’80. Grazie davvero Mauro! Grazie anche a Francesco IZ0RUP che mi ha accompagnò a ritirarlo.

Dal 2009 al 2015, ne ho fatta parecchia di strada, mi sono innamorato del D-STAR e ho installato il ponte RU12A acquistato insieme a francesco IZ0RUP. Ho creato due xreflector XRF773 e XRF014 e ho conosciuto tanti colleghi. Ho fondato il sito ilradioamatore.it e ho imparato che ci sono radioamatori egoisti e radioamatori bravi, associazioni affamate di soldi e quelle che invece ci credono. Il buono e il cattivo sono ovunque ma la vita e la radio, riservano sempre belle sorprese; per questo, nel febbraio 2016 ho fondato, insieme a un gruppo di amici (IZ0RIM, IZ0PAP, IZ0RUP, IZ0OZV, IZ0IWV), l’associazione 773RadioGroup per la quale ricopro il ruolo di VicePresidente.

Nel Giugno del 2016, per motivi di spazio, ho venduto i datati apparati HF, comprando un nuovo Yaesu FT-DX1200.

iz0rin-station

La mia stazione

Ad oggi le radio da me possedute sono: ICOM IC-7100, YAESU FT-DX1200, FTM10SE. FTM-100DR, KENWOOD TM231E, ICOM ID-31, ICOM IC-E90, YAESU FT2DE, TYTERA MD-380… ed altri piccoli sfizi.

Membro di:
Nucleo Volontario Emergenza – Protezione Civile
Associazione 773 Radio Group
A.R.Fo.P.I. RadioClub

 

Notizie, recensioni, prove sul campo e burocrazia del mondo radioamatoriale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza "cookie tecnici" per fonirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Clicca su accetta per continuare a utilizzare questo sito. Questo messaggio, viene visualizzato sulla base della DELIBERA 19 marzo 2015 - Linee guida in materia di trattamento di dati personali per profilazione on line. (Delibera n. 161). (15A03333) (GU Serie Generale n.103 del 6-5-2015) Per informazioni: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2015/05/06/15A03333/sg Cosa sono i Cookie? http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3585077 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- This site uses "technical cookies" for the your best browsing experience possible. Click on "Accetta" to continue using this site. This message is displayed based on the RESOLUTION 19 March 2015 - Guidelines on the processing of personal data for profiling online. (Resolution no. 161). (15A03333) (OJ 103 Series General of 05/06/2015) For information: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2015/05/06/15A03333/sg What are cookies? http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3585077

Chiudi